3 consigli UX per aumentare il valore medio dell’ordine nella pagina di checkout

Andiamo subito al punto!

Ecco tre fonti di ispirazione per aumentare l’AOV (Average Order Value):

Acquista il look completo

DESCRIZIONE: Burberry permette ai clienti online di acquistare il look completo con un cross-sell interattivo e una rapida aggiunta al carrello. 

PERCHÉ MIGLIORA LA USER EXPERIENCE: si evita che i clienti online cerchino ogni articolo singolarmente e si aumenta drasticamente il numero di visualizzazioni della pagina

Avere un carosello con gli articoli suggeriti

DESCRIZIONE: I visitatori possono facilmente aggiungere articoli suggeriti al loro carrello tramite un piccolo slider (carosello) posizionato nella parte inferiore del riepilogo dell’ ordine. 

PERCHÉ MIGLIORA LA USER EXPERIENCE: Le dimensioni ridotte del carosello lo rendono un’ottima funzione aggiuntiva all’interno del carrello, senza nascondere la lista creata dall’utente. Il riepilogo dell’ordine è infatti ben in evidenza sulla pagina insieme al pulsante CTA (Call-To-Action) principale, che resta ben visibile.

 

Incoraggiare i visitatori a rivisitare pagine di prodotto

DESCRIZIONE: Quando si visualizza il carrello, il visitatore può ancora cliccare su una scheda per visualizzare altri articoli visti di recente. 

PERCHÉ MIGLIORA LA USER EXPERIENCE: L’aggiunta dei prodotti visti di recente incoraggia i visitatori a rivalutare i prodotti a cui hanno già mostrato interesse, ed è facilmente accessibile direttamente all’interno del carrello, non solo tramite una PDP (Product Detail Page).

 

Vuoi saperne di più?

Seguici su Linkedin per restare aggiornato/a sui nostri eventi e nuovi articoli!

Informazioni su Contentsquare

Contentsquare permette ai brands di costruire esperienze digitali migliori. La nostra piattaforma di experience analytics traccia e visualizza miliardi di comportamenti digitali, fornendo raccomandazioni intelligenti che tutti possono utilizzare per far crescere i ricavi, aumentare la fedeltà e alimentare l’innovazione.

Fondata a Parigi nel 2012, Contentsquare ha aperto uffici a Londra, New York, San Francisco, Monaco, Tel Aviv, Tokyo, Sydney e Singapore. Oggi aiuta più di 750 imprese in 26 paesi a offrire esperienze digitali migliori ai loro clienti. 

Autore

Contentsquare