Che sia la stagione picco delle vendite o meno, è imperativo che le tue promozioni, codicii e coupon funzionino perfettamente per l’utente. Promozioni e sconti possono portarti molto lontano nell’incoraggiare gli utenti ad acquistare, per cui è  cruciale evitare qualsiasi confusione o attrito. Infatti, dare informazioni confuse o creare una cattiva UX al momento di inserire il codice promozionale può fare più male che bene.

In un recente sondaggio che abbiamo fatto con CommerceNEXT e BizRate Insights, abbiamo chiesto a 1.000 acquirenti online cosa apprezzano quando fanno acquisti online. Le due principali qualità che hanno valutato quando scelgono dove fare acquisti online sono il prezzo e le promozioni. Quando abbiamo chiesto cosa li spinge ad acquistare un brand online ripetutamente, il 68% degli intervistati ha detto che il buon valore e il prezzo hanno avuto la maggiore influenza sulla loro decisione di diventare un cliente abituale. 

Mentre il prezzo è chiaramente in primo piano per gli acquirenti online, i brands hanno bisogno di mostrare efficacemente le loro offerte per attrarre sia i clienti nuovi che quelli esistenti. Soprattutto quando si compete su scala globale, è necessario assicurarsi di evidenziare promozioni e offerte nel modo giusto per catturare l’attenzione di più clienti possibili. Avere una forte strategia di sconto è solo metà della battaglia: hai anche bisogno di una forte UX del codice promozionale per vedere risultati positivi.

Con oltre 900 clienti globali, abbiamo messo insieme una lista dei modi migliori in cui abbiamo visto i brands promuovere i loro codici promozionali e offerte ai loro clienti, per aiutarti a capire cosa sia una buona UX del codice promozionale. Ecco una rapida checklist per aiutarti ad ottimizzare i codici coupon e l’UX dei codici promozionali sul tuo sito eCommerce: 

 

1. Spiega in modo chiaro e conciso come l’utente può approfittare della promozione

Sia che stiate usando un banner di annuncio nella parte superiore del vostro sito o che stiate usando un elemento di testo sulle pagine dei prodotti, è imperativo che la vostra spiegazione dell’offerta non sia confusa. Se gli utenti devono usare un codice specifico per riscattare la promozione, rispondete alle domande cosa, dove/come e perché. Dichiarate semplicemente cos’è il codice, qual è il suo beneficio e come gli utenti possono riscattarlo – senza aggiungere nient’altro.

Se gli utenti devono raggiungere una certa soglia di spesa, dichiarate in modo esplicito questa soglia, includendo se e se è al lordo o al netto dell’iva. Se si applicano certe categorie o esclusioni, assicurati che l’utente lo sappia prima di navigare. Non c’è niente di più frustrante che scoprire proprio prima del checkout che in realtà i prodotti che ti interessano non sono validi per la promozione. 

 

2. Non sommergere l’utente con troppi dettagli in anticipo

Avete molte cose da dire sulla promozione in corso? Usa link che aprono un pop-up piuttosto che una nuova finestra che elenchi ulteriori dettagli sulla promozione per aiutare l’utente a capire quali prodotti e servizi sono ammissibili come parte dell’offerta. 

All’interno della finestra pop-up, assicuratevi che il vostro design sia semplice e pulito – mantenete l’altezza delle linee e le dimensioni del testo leggibili, evitando di avere un testo così fine da sembrare una stampa. Mantenete il messaggio il più breve possibile ed evitate di aggiungere troppi dettagli inutili. I tuoi utenti stanno già spendendo del tempo a leggere ulteriori dettagli, per cui il tuo obiettivo è rendere il più possibile facile e chiara la comprensione dei dettagli e i termini dell’offerta. In questo modo possono passare più tempo a fare shopping sul tuo sito e meno tempo a cercare di decifrare i dettagli della tua offerta. 

Il marchio di abbigliamento Abercrombie & Fitch usa lo spazio sulla sua homepage per delineare chiaramente i parametri di una promozione. Il beneficio principale della promozione è scritto proprio nel titolo e nel sottotitolo. Gli utenti sono incoraggiati ad usare i link per navigare verso le categorie. Frasi succinte sono usate per chiarire ulteriormente qualsiasi eccezione alla promozione, con un link per vedere la promozione in dettaglio.

 

3. Promozioni specifiche del prodotto su PLP e PDP

Evita di inondare la homepage con promozioni specifiche per i prodotti. Conservale per le PLP e le PDP,  in modo che gli utenti non siano sommersi da troppe informazioni e che gli sconti siano esposti in modo tempestivo sul prodotto. Non sprecare spazio prezioso sulla tua homepage per le promozioni su un singolo prodotto, poiché queste offerte possono essere irrilevanti per gli utenti della homepage che non sono interessati a quelle offerte specifiche. Salva i tuoi banner solo per le offerte che si applicano a tutto o alla maggior parte del sito, dato che si applicano al pubblico generale.

D’altra parte, sapete già che sono i clienti che raggiungono la pagina specifica quelli più interessati alla vostra offerta, quindi ha più senso presentare l’offerta proprio su quella PDP o PLP. 

Il marchio di cosmetici e cura della pelle Glossier utilizza il banner di annuncio floating nella parte inferiore del loro sito mobile per pubblicizzare le promozioni in tutto il sito. Tuttavia, gli sconti e le promozioni specifiche per i prodotti sono evidenziati sulle PLP utilizzando badges semplici e di facile lettura, che pubblicizzano sconti specifici per i prodotti. In questo esempio, gli sconti sono focalizzati sui pacchetti di prodotti.

Simile a Glossier, il banner di annuncio del marchio di cosmetici Fenty Beauty nella parte superiore del sito allude a una promozione per tutto il sito. È specifico anche nel dichiarare la soglia di spesa che gli utenti devono raggiungere per ricevere la spedizione gratuita. Inoltre, un piccolo pop-up è utilizzato anche accanto alla CTA “Add to Bag” sulle PDP specifiche, proprio per avvisare gli utenti sulle promozioni e sugli sconti specifici.

 

4. Automatizzare l’applicazione dei codici coupon

Nessuno vuole dover ricordare a memoria i codici coupon o saltare dal carrello alla homepage per copiare e incollare un codice sconto. Rendi facile per i tuoi clienti  applicare i codici con un semplice clic durante il processo di checkout. Questo aiuta i tuoi utenti ad evitare potenziali errori umani, come gli errori di ortografia, che possono portare alla frustrazione e all’abbandono del carrello. Aiutare il tuo utente ad applicare i codici facilmente e automaticamente quando i requisiti promozionali sono stati soddisfatti è un modo semplice per guadagnare un punto di favore. Inoltre, riduce la probabilità che abbandonino il loro carrello per andare alla ricerca di un codice coupon su uno dei vari siti di coupon, come RetailMeNot.

Sul sito web desktop del marchio di abbigliamento Old Navy, gli utenti possono espandere la sezione delle offerte disponibili in fondo alla pagina e cliccare per applicare automaticamente un codice al loro carrello. Ogni offerta spiega chiaramente quale codice viene applicato, o se non è necessario alcun codice.

Nell’esperienza del sito web desktop del negozio di articoli per la casa Bed, Bath, and Beyond, gli utenti possono vedere se ci sono coupon disponibili da utilizzare direttamente dal loro carrello. Gli utenti possono semplicemente cliccare su “Apply Coupons” per far apparire un pop-over con una lista di promozioni e sfogliare le offerte. Ogni promozione ha un CTA “Applica” che applica automaticamente il coupon al carrello. Gli utenti ricevono la conferma dell’applicazione e vedono l’aggiornamento automaticamente nel carrello (senza ricaricare la pagina).

 

Nel complesso, i tipi di promozioni che implementate per i vostri clienti determinano il modo migliore per farli emergere all’interno dell’esperienza digitale. In ogni caso, comunicare le offeret chiaramente e ridurre gli sforzi dei vostri clienti migliorerà l’esperienza di navigazione e di acquisto del vostro sito.

Autore

Michelle Lee

Da New York City, Michelle ama trovare soluzioni di design che sposino sia il business che le esigenze degli utenti. Quando non lavora ai suoi progetti, la si può trovare a visitare un museo, a scalare il monte più vicino, a modificare foto o a cucinare. Ride sempre un po’ troppo forte.